Che cos’è la Giornata Europea delle Lingue?

La prima Giornata Europea delle Lingue fu organizzata congiuntamente dal Consiglio d’Europa e dall’Unione europea nel 2001 e coinvolse milioni di persone nei 45 stati partecipanti. Le sue attività celebrarono le diversità linguistiche in Europa e promossero l’apprendimento delle lingue.

Vedendo il successo dell'evento il Consiglio d’Europa dichiarò che la giornata Europea delle Lingue si sarebbe celebrata il 26 ettembre di ogni anno. 

Gli obiettivi generali della Giornata Europea delle Lingue sono: 

  1. informare il pubblico sull’importanza dell’apprendimento delle lingue e diversificare la gamma di lingue studiate con l’obiettivo di incrementare il plurilinguismo e la comprensione interculturale;
  2. promuovere la diversità linguistica e culturale europea, preservarla e favorirla;
  3. incoraggiare l’apprendimento delle lingue durante tutto l’arco della vita dentro e fuori la scuola per motivi di studio, per esigenze professionali, ai fini della mobilità o per piacere personale.

Il Consiglio d'Europa e i suoi 47 stati membri hanno celebrato il 26 settembre 2011 il 10° anniversario della Giornata Europea delle Lingue.

A cosa serve la Giornata Europea delle Lingue?

Il Consiglio d’Europa si augura che questa giornata venga celebrata sia dalle autorità degli stati membri sia dai potenziali partner ai seguenti livelli:

  • fra i responsabili politici (misure specifiche e discussioni su questioni di politica linguistica...);

  • tra il pubblico in generale (sensibilizzare sugli obiettivi generali della Giornata, tra cui l'importanza dell’apprendimento delle lingue durante tutto l’arco della vita, a partire da qualsiasi età, in istituti scolastici, sul lavoro, ecc.);

  • nel settore del volontariato (azioni specifiche organizzate da e / o per le ONG, associazioni, aziende, ecc.)